Heart Childen Home è nata il 25 magio del 2005 quando la sig.ra Nuru Said accolse 7 bambini in una casa che aveva preso in affitto. Fino al 2008 sono cresciuti e rimasti li, ma purtroppo a qual punto cominciò il girovagare da una casa all’altra, quando il proprietario dell’immobile necessitò dello stesso per suo uso personale. Quindi prima 7 mesi nel sobborgo di Kasufini, poi nel febbraio del 2009 in una grande casa a Kijiwetanga, e dopo pochi mesi ancora un altro trasloco a Kwachocha, da dove però iamo dovuti ancora traslocare perché non avevamo il benestare governativo e ci siamo trasferiti nell’attuale posizione, da cui purtroppo dovremo traslocare entro Dicembre 2019.

In questi anni i bambini sono cresciuti, sono aumentati, alcuni ci hanno lasciato, ma lo spirito di aiuto è sempre quello, far crescere questi ragazzi in una Casa dove possano avere anche amore.

Quindi uno degli obiettivi è quello di avere una casa nostra, da cui nessuno ci potrà più sfrattare: ed abbiamo incontrato sulla nostra strada un amico che ci ha comprato il terreno ed un altro che ci sta intanto costruendo il pozzo per l’acqua-

Quindi abbiamo fatto fare un bel progetto, che è già stato autorizzato dagli organi di competenza, in primis dal Children Office che ci ha dato tutti i dictat per creare una struttura senza poi aver problemi futuri.

Ora dobbiamo trovare SOLO i fondi per costruire la nuova Heart Children Home.

Attualmente abbiamo 44 ragazzi, dai 5 mesi ai 20 anni, non tutti dentro, anche perché per il governo a 17anni dovrebbero se non studiano essere indipendenti. E quindi continuiamo ad aiutare anche quei ragazzi che sono all’università a Nairobi, così come dei ragazzi che stanno in famiglia, con nonni o zii che però non ce la fanno a sostenerli, pagando la scuola e una cifra per poterli nutrire.

Da alcuni anni siamo iscritti nel registro del National Council of Children’s service come istituzione di carità (CCI), Heart Children’s Home è una community project gestito da un comitato locale in Malindi che sin dal suo inizio è riuscito a mantenersi con l’aiuto di aiuti di amici e volontari.

E questa è una delle ragioni della nascita della ONLUS, per legittimare anche gli aiuti esteri.

Come Heart Children Home abbiamo diversi progetti che portiamo avanti per aiutare i ragazzi anche per il loro futuro

  • Abbiamo un piccolo ritaglio di terra nel quale facciamo il nostro orto, che serve neanche a tutto il nostro fabbisogno, ma che i ragazzi coltivano con amore
  • Accettiamo volontari esterni che provengono da diverse nazioni che ci aiutano, fanno a loro volta un’esperienza di vita e di lingua, alla fine del solo soggiorno hanno un attestato che serve come “credito” scolastico
  • Abbiamo una macchina da cucire a pedale con cui i ragazzi, senza distinzione di sesso, imparano a fare dei lavoretti che poi vengono venduti (asciugamani, borse…)
  • Hanno imparato a fare portachiavi e ciabatte con perline, oggetti molto richiesti dai turisti
  • Abbiamo un gruppo di amici che hanno aderito alle adozioni a distanza, così da poter aiutare i ragazzi in ogni momento dell’anno, la scuola, i libri, il mangiare ed eventuali problemi di salute.

Laura vive a Malindi dal ______ e da sempre ha seguito la vita dei bambini, in quanto da una vita appassionata al volontariato rivolto per lo più ai bambini.

Laura ha sempre cercato di aiutare la heart’s children home, grazie all’aiuto degli amici italiani.

 Da settembre 2018 finalmente è nata la onlus Amici di heart’s children home, così da poter programmare un aiuto organizzato e più sostanzioso ai ragazzi della casa.

La necessità di costruire una nuova sede, a causa dello sfratto, è l’occasione giusta per impagnarsi con la nuova onlus Amici di heart’s children home per un grande obiettivo!